consegna riconoscimento atleta “campione italiano” stagione sportiva 2016/2017

 

 

Le attività di allenamento sono ripartite ormai da qualche settimana ma sabato 21 ottobre è stata una giornata importante per gli atleti del Vharese.
I consiglio del Vharese ha deciso di premiare gli atleti che hanno raggiunto risultati nei campionati italiani nella stagione sportiva appena passata.
Partiamo dal settore bocce che vede premiati Napoli Emanuela e Terziroli Sandro, si passa al nuoto dove ci sono atleti come Ghiselli Sara e Curto Daniele che sono anche premiati per i risultati avuti nello sci, si continua con Perifano Cinzia, Finazzi Luca, Impellizzeri Davide e Tolmi Federico.
La mattinata del Presidente si è conclusa con il settore del Basket dove sono stati premiati de Marchi Sofia, Carobene Omar, Tagliasacchi Julio e Menegatti kevin (assenti Padedda Valentino, Marco Mignemi e Arsena Stefano)

 

I ragazzi del Vharese …sempre in campo

All’ oratorio Madonna della Misericordia di Bresso pomeriggio all’insegna dello sport e della amicizia. I Tre campi da bocce hanno accolto i ragazzi della Cascina Biblioteca e del Bresso 4 seguiti da 7 atleti del vharese con l’ obiettivo insegnare ad amare il gioco delle bocce e ai loro accompagnatori di programmare incontri durante questo anno .

Le prime due date definite sono martedì 14 novembre e martedì 5 dicembre a varese presso la bocciofila di Giuliano a Varese  dove,  altri ragazzi della cascina biblioteca, che stanno avviandosi a questo sport, inizieranno a sperimentare dei mini torneo in preparazione ad un campionato che la fisdir si prepara ad organizzare nel prossimo anno sportivo.

Diverse associazioni sportive FISdir, infatti, stanno valutando di avviare questo settore che potrà permettere ad alcuni loro atleti di poter proseguire con un nuovo sport più adeguato al cambiamento ed all’ avanzare dell’ età Questa proposta, fatta da Giuseppe Loglisci è stata accolta con entusiasmo dallo storica società varesina che ha dato la propria disponibilità a fare da punto di riferimento e di confronto per le varie associazioni presenti sul territorio .

Per dovere di cronaca durante il pomeriggio anche i familiari presenti sono stati coinvolti e hanno potuto entrare in campo e sfidarsi con il piacere di uno sport che è capace di creare con facilità nuove amicizie.